Beautiful woman in spa pool

Bonus Terme

Ormai sono quasi due anni che l’intero pianeta è stato stravolto dalla pandemia da Covid-19, cambiando trasformando le abitudini e il modo di vivere della popolazione mondiale. Infatti l’emergenza sanitaria ha portato a drastici cambiamenti in praticamente ogni settore della nostra vita, da quello personale a quello relazionale, fino ad arrivare a quello lavorativo.

Fin da subito, per limitare la diffusione del virus e, di conseguenza abbassare il numero dei contagi e dei morti, le autorità competenti hanno immediatamente predisposto la chiusura delle attività non essenziali, di tutti gli esercizi commerciali e fatto entrare in vigore un lockdown nazionale.

Le chiusure di tutte le attività commerciali hanno portato al collasso dell’economia, mettendo a dura prova la resistenza di moltissime realtà facenti parte di praticamente ogni settore. Lo stop degli spostamenti e del turismo, sia nazionale che internazionale, ha impattato in modo sostanziale sul settore turistico, comprese le strutture ricettive e gli impianti connessi.

In modo particolare, tra le attività che hanno risentito maggiormente di questo stravolgimento, troviamo le terme. Infatti il mondo del settore termale è stato uno di quelli maggiormente colpiti, con l’intero comparto che ha visto grosse difficoltà.

Il duro colpo alle attività termali è stata una diretta conseguenza delle continue e incessanti chiusure che hanno caratterizzato l’intero 2020 e, in parte, il 2021. L’insieme di tutti questi fattori ha causato gravi danni al comparto del termalismo, settore di cui non si è mai sentito parlare e a cui pochi, se non nessuno, ha prestato particolare attenzione.

Finalmente dopo quasi due anni dall’inizio dell’emergenza sanitaria e, di conseguenza dell’emergenza economica, arriva una notizia che porta una ventata di aria fresca nel settore termale, ovvero l’annuncio da parte del Ministero dello Sviluppo Economico dell’emissione del cosiddetto Bonus Terme, una misura creata per incentivare i cittadini a usufruire tramite un voucher di 200€ dei servizi termali offerti dalle strutture che aderiranno all’iniziativa.

Andiamo però a vedere di cosa si tratta realmente, come funziona, cosa prevede, a quanto ammonta la cifra, chi ne potrà beneficiare e tutte le informazioni utili riguardanti questo nuovo bonus per i servizi termali.

Bonus Terme: cos’è e cosa offre?

Solo pochi giorni fa il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti ha firmato il decreto attuativo che permette al nuovo Bonus termale di entrare in vigore. Infatti in data 5 agosto 2021 è stato pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale l’attuazione della nuova misura volta a sostenere economicamente il settore dell’industria termale, mossa che permetterà alle diverse realtà facenti parte di questo mondo di beneficiare di un maggior afflusso di clienti e ospiti.

Infatti il voucher terme è stato pensato e creato per incentivare i cittadini ad acquistare i servizi termali offerti dai diversi stabilimenti che aderiranno all’iniziativa. Questo permetterà alle strutture termali di poter contare su un afflusso di prenotazioni decisamente maggiore, smuovendo un po’ quello che fino a oggi è stato un settore particolarmente colpito dalla pandemia.

Si tratta di una manovra che mette a disposizione sia dei cittadini, una grande opportunità di aumentare gli introiti, cercando quanto possibile di recuperare una parte del fatturato perso nel corso di questo periodo a causa del Covid, portando una piccola ma Importante boccata d’aria. Inoltre permette anche ai cittadini di trascorrere qualche giorno in completo relax, incentivandoli ad acquistare gli ingressi negli stabilimenti termali, facendo così girare l’economia.

Bonus termale: a quanto ammonta il beneficio?

I fondi stanziati previsti dallo Stato fino a questo momento ammontano a un complessivo di 43 milioni di euro a esaurimento, cifra che servirà a risanare, almeno in parte, la difficile situazione del settore termale. Questi fondi andranno a comporre i bonus che copriranno il 100% del costo del servizio termale che si andrà ad acquistare, fino a una soglia di prezzo massimo pari a 200 euro.

Ciò significa che si otterrà uno sconto pari a un massimo di 200 euro sul costo del servizio che si andrà a scegliere o, nel caso in cui il prezzo del servizio sia inferiore o uguale all’ammontare del bonus, l’incentivo sarà in grado di coprire l’intera somma da corrispondere alla struttura. L’eventuale eccedenza di prezzo del servizio acquistato infatti, qualora ci fosse, dovrà essere versata dal cittadino, così da andare a completare la spesa.

Il bonus però potrà essere utilizzato solo ed esclusivamente nelle strutture termali che aderiscono all’iniziativa.

Chi può richiedere il bonus terme: i requisiti necessari?

A quanto sembra, almeno per il momento, il bonus terme non necessita di particolari requisiti, né di età né della situazione economica.

Infatti, nel corso di questo anno lo stato ci ha abituato ad avere a che fare con molte misure che prevedevano l’erogazione di un bonus, come ad esempio quello Vacanze o quello per le bici elettriche. Questi bonus però sono stati accessibili solo ai cittadini che fossero in possesso di determinati requisiti, sia economici che di luogo di residenza. Questo ha limitato, si fa per dire, la fruizione dei bonus a un numero più limitato di cittadini.

Con il bonus terme però i criteri di selezione sembrano essere piuttosto differenti e meno selettivi. Infatti per poterlo richiedere non bisogna avere nessun particolare requisito, ma solo aver compiuto la maggiore età ed essere residenti in Italia. Questo senza nessun limite d’Isee e senza dover rispettare determinati termini a livello di nucleo familiare.

Il bonus quindi è potenzialmente accessibile e fruibile da chiunque, a patto che si riesca a fare la domanda prima dell’esaurimento dei fondi, che ricordiamo essere di 43 milioni, non moltissimi considerando il valore di 200 euro a bonus.

Inoltre, come è ben specificato nel decreto, i bonus non possono essere ceduti ad altre persone, né sotto forma di regalo né vendendolo, e ogni singolo cittadino potrà beneficiare di un solo bonus.

Il procedimento per la prenotazione della struttura?

Abbiamo detto che il bonus terme consiste in un incentivo pari a 200 euro che potrà essere utilizzato per prenotare in una delle strutture termali che aderiranno l’iniziativa. E’ bene chiarire che il bonus sarà fruibile solo ed esclusivamente nelle strutture che offrono un servizio termale che non sia già a carico del Servizio Sanitario Nazionale. I dettagli tecnici su come effettuare la prenotazione del bonus saranno pubblicati nei prossimi giorni.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *